© 2008 . 2018 GliArchitettiAssociati . via Guidiccioni 111 .  55100 . Lucca . IT . p.iva 02122940469 . info@studiogaa.com

  • Facebook
  • Instagram

CASA MIA  "Nessun posto è bello come casa mia" Dorothy . Il mago di Oz

 

La voglia di creare il proprio spazio personale e privato diventa l’occasione per ridefinire i volumi e gli spazi di un’abitazione che si configura in tutto e per tutto come la residenza per eccellenza, che ricalca e richiama il modello principe di ‘casa’, ampiamente illustrata, a partire dai primi disegni d’infanzia, come un’architettura essenziale e facilmente riconoscibile.

La progettazione dell’immobile, dall’estetica chiaramente identificabile, si affianca, in realtà, al disegno degli spazi interni che poco ha a che fare con una disposizione consueta, che vede la suddivisione ed individuazione sistematica degli ambienti ma, piuttosto, promuove la nitida lettura dello spazio della zona giorno al piano terra, libero da partizioni che frammentano gli ambienti.

Anche la zona notte non rimane confinata al piano primo ma, grazie ad un ampio doppio volume, viene messa in diretta comunicazione con il resto dell’abitazione, così come anche lo spazio esterno che viene invitato ad entrare dentro mediante l’uso di ampie aperture.

MY HOME  "There is no place like home" Dorothy . Wodnerful Wizard Oz

 

The desire to create a personal and private space becomes an opportunity to redefine the volumes and spaces of a home that is configured as the residence par excellence, which reminds and recalls the princely model of 'home' , widely illustrated, starting from the early childhood drawings, as an essential and easily recognizable architecture.

The design of the building, with clearly identifiable aesthetics is, in fact, added to the design of the interior spaces that has little to do with a customary layout and which sees the subdivision and systematic identification of the environments but, rather, promotes the clear reading of the space of the living area on the ground floor, free from partitions that fragment the rooms.

Even the sleeping area is not confined to the first floor but, thanks to a large double volume, is put in direct communication with the rest of the house, as well as the outdoor space that is invited to enter, with the use of large openings.