VADO A VIVERE IN CAMPAGNA

Un fabbricato isolato, immerso in un mare di olivi secolari, un tempo dimora di contadini convertita, oggi, a rifugio dal mondo cittadino.

 

Il progetto sviluppa il tema del risanamento di un edificio rurale, compreso l’attiguo fienile, recuperandone gli elementi tipici caratterizzanti: le grandi aperture, che scandiscono il fronte principale a sud, permettono un continuo dialogo con il paesaggio naturale e, dove presenti, le mandolate in cotto sono state mantenute ed utilizzate come grandi diaframmi che schermano le finestre che si celano dietro di esse.

 

L’approccio verso l’organizzazione dello spazio prospicente il fabbricato è stato guidato dalla volontà di offrire aree e zone vivibili e godibili nelle varie stagionalità, con particolar attenzione alla grande aia a sud ed allo spazio lounge della piscina.

 

Internamente, lo spazio, è stato pensato in chiave contemporanea cercando di mantenere il senso della spazialità originaria e, particolare attenzione è stata posta nella ricerca dei materiali che contribuissero a conferire allo spazio un senso di calore confortante ed una bellezza sobria e raffinata.

MOVING TO THE COUNTRYSIDE

An isolated building, immersed in a sea of centuries-old olive trees, once the home of farmers converted, today, as a refuge from the urban world.

 

The project develops the theme of the restoration of a rural building, including the adjacent barn, recovering its typical characterizing elements: the large openings, which mark the main south front, allow a continuous dialogue with the natural landscape and, where present, the terracotta mandolate have been maintained and used as large diaphragms that shield the windows that are hidden behind them.

 

The approach towards the organization of the space around the building was guided by the desire to offer usable and enjoyable areas during the various seasons, with particular attention to the large southern courtyard and the lounge area of the pool.

 

Internally, the spaces are designed in a contemporary key, trying to maintain the sense of the original spatiality and particular attention has been paid to the search for materials that would contribute to giving a sense of comforting warmth and a sober and refined beauty.